WC intelligente con separatore di urina per un futuro sostenibile

L’urina non è certo in cima alle preoccupazioni della maggior parte delle persone. Ma il WC con separatore save! Firmato Keramik Laufen punta il dito su un tema di rilievo per l’economia circolare.

 

Mentalmente, l’urina suscita raramente associazioni positive, ma è un peccato perché essa nasconde molto più potenziale di quanto si possa credere. Ad esempio, l’urina umana contiene un elemento pregiato: il fosforo. Esso viene impiegato soprattutto nell’agricoltura come componente dei fertilizzanti. In un’era di risorse sempre più scarseggianti e di materie prime in calo, risulta più che mai conveniente prendere in considerazione l’urina come fonte di fosforo. Inoltre l’urina, con i suoi 3-7 grammi di azoto al litro in media, è un componente essenziale dei fertilizzanti a base di azoto impiegati in agricoltura.

 

E queste sono solo alcune delle tante possibilità di utilizzo di questo oro liquido, a lungo disprezzato: ad esempio, da anni i ricercatori cinesi conducono esperimenti finalizzati a coltivare denti in laboratorio sfruttando l’urina, mentre gli scienziati britannici creano elettricità con l’aiuto di batteri in essa contenuti. Si tratta di quantitativi ancora ridotti di energia ma sufficienti, ad esempio, per alimentare un telefono cellulare.

 

«Protezione» dalle sostanze dannose

Attualmente, le sostanze sopra descritte presenti nell’urina finiscono direttamente nelle acque ambientali, attraverso le acque reflue non depurate. Se sommate a quelle derivanti dall’eccessiva fertilizzazione in agricoltura, nei corsi d’acqua si crea una sovraconcentrazione. E da sostanza nutriente che era diventa sostanza dannosa.

 

Concretamente significa che l’azoto e il fosforo introdotti nei sistemi idrici favoriscono la crescita delle piante causando la cosiddetta fioritura algale. I batteri che si nutrono di alghe sottraggono ossigeno all’acqua e soffocano l’ambiente vitale della regione interessata. Si creano le cosiddette «dead zone» con ripercussioni sulla biodiversità e sulla salute dei sistemi idrici.

 

Oltre a ciò, l’urina umana è all’origine anche del problema dei microinquinanti nell’acqua di scarico, ad esempio a causa degli ormoni e dei residui di medicamenti in essa riscontrabili. Gli sforzi fatti per eliminare queste sostanze dannose hanno finito solo per rendere l’infrastruttura più costosa, complessa e sempre più dispendiosa in termini energetici.

 

Oggigiorno 1,5 litri di urina umana inquinano cica 180 litri di acque reflue. Questo tema preoccupa gli scienziati già dagli anni ‘90 del secolo scorso. È quindi da molto tempo che essi ricercano vie alternative in grado di ridurre l’inquinamento causato dall’acqua di scarico prodotta direttamente dall’uomo. L’Eawag, istituto svizzero per la ricerca sulle acque leader nel mondo, persegue l’interessante possibilità della «Source Separation Technology» grazie alla quale già alla fonte si separa l’acqua reflua del WC in urina, feci e acque grigie. Se si separano i tipi di acque reflue all’origine, è possibile sottoporle ad un trattamento sostenibile recuperando risorse utili. Il sistema di gestione delle acque reflue diventa quindi parte dell’economia circolare. Senza dimenticare che si riducono enormemente gli oneri di depurazione.

 

save! Il WC con separatore di urina di Keramik Laufen

Con save! lo studio austriaco di design EOOS, l’istituto Eawag e Keramik Laufen hanno sviluppato un rivoluzionario WC con separatore di urina destinato a scrivere un nuovo capitolo nella gestione sostenibile delle acque reflue. Esso riprende la «Blue Diversion Toilet» sviluppata da EOOS e dall’istituto Eawag con i fondi della «Reinvent the Toilet Challenge» della fondazione Bill & Melinda Gates.

L’innovazione chiave di questo prodotto è la «urin trap», un sistema realizzato da EOOS Design. Esso sfrutta il principio idrodinamico dell’effetto teiera per convogliare l’urina verso uno scarico nascosto sfruttando la tensione superficiale. In tutto ciò, grazie alla sua progettazione intelligente, il WC può essere utilizzato da un uomo, una donna o un da bambino indifferentemente. L’acqua di risciacquo, invece, che è più abbondante e ha una maggiore velocità, passa sullo scarico per l’urina senza penetrarvi. Lo stesso vale per i solidi e la carta igienica, che come prima finiscono nello scarico.

 

Keramik Laufen ha applicato il principio della «urin trap» sul tipo di WC sospeso ottimizzandolo con innovative condotte per acqua e urina. Integrando questa tecnologia in modo perfetto e quasi invisibile nel corpo in ceramica, il WC trasmette visivamente l’eleganza di elevata qualità di una toilette di design da inserire senza compromessi anche in ambienti di bagno di progettazione complessa. Il save! è il primo WC con separatore di urina che soddisfa tutti gli standard del settore. Senza brida e con montaggio a parete fa sentire i suoi utilizzatori a loro agio, in un ambiente igienico ed ora anche più sostenibile.

 

save! La visione

Introducendo save!, Keramik Laufen intende offrire a hotel, ambienti pubblici e complessi residenziali una gestione delle acque reflue sostenibile e a risparmio energetico. L’idea è quella di una gestione ambientale che rientri a pieno diritto nelle pratiche dell’economia circolare mediante un trattamento efficiente delle acque di scarico raccolte in grado di recuperare i nutrienti e di riportarli in natura.

 

save! I fatti

Sviluppato per il mercato europeo, save! è in attesa di brevetto. È omologato secondo la EN 997 classe 1, tipo 6 (6 / 3 l) e rispetta le attuali norme di funzionamento. Il sifone dello scarico dell’urina ha una capacità di 65 ml, conforme agli standard degli orinatoi e sufficiente a garantire un ricambio d’acqua ad ogni sciacquo. Manutenzione e sostituzioni sono possibili senza smontare save! dalla parete. In fase di montaggio, gli scarichi separati richiedono l’utilizzo di un sistema di installazione (cassetta da incasso) sempre di LAUFEN. Ciò serve da un lato a garantire condizioni di risciacquo standardizzate e preimpostate, e dall’altro a rendere più sicuro il montaggio grazie ai collarini preinstallati. I meccanismi di separazione non prevedono parti metalliche, ma solo scarichi in ceramica intelligenti e igienici per acqua e urina. Le geometrie interne sono state sviluppate e ottimizzate in base a simulazioni di flusso realizzate in digitale dal politecnico di Zurigo, e testate nei laboratori di Keramik Laufen mediante simulazioni pratiche di risciacquo.

Tags: save!

 

Novità

Comunicati stampa

Abbonare

YouTube

Tag Cloud

LivingCucinaLaufenBagnotronic160SimilorbyarwaKartell

Categorie

Archivio

Websites