Punto d’incontro dell’edilizia digitale

Il nostro mondo diventa sempre più digitale; e l’edilizia non fa eccezione. Il Building Information Modeling (BIM) è un tema di grande attualità, che però fatica a prender piede nel settore edile svizzero. Il 28 ottobre 2016 il gruppo d’interesse «Costruzione Digitale Svizzera», sostenuto da LAUFEN e arwa, ha dato il via a Zurigo al primo importante Convegno svizzero sul BIM. Decisori provenienti sia dalla Svizzera che dall’estero hanno discusso davanti a 650 ospiti delle questioni del momento e delle prospettive per il futuro. 

Organizzando ogni anno il Convegno svizzero sul BIM, «Costruzione Digitale Svizzera» promuove la transizione dell’edilizia svizzera verso l’era digitale. Il convegno si è svolto il 28 ottobre 2016 alla Maag Halle di Zurigo davanti a 650 ospiti. «Il vantaggio fondamentale, che è al contempo la grande sfida dell’edilizia digitale, consiste nell’interconnessione della catena del valore, che apre nuove prospettive e modelli di business», ha dichiarato Markus Weber, presidente di «Costruzione Digitale Svizzera», sintetizzando alla perfezione l’argomento del convegno. Le appassionate discussioni si sono divise in quattro blocchi tematici: politica, tecnologia, innovazione ed economia.

I nuovi modelli di business cambiano la catena del valore

Gli oratori svizzeri ed esteri hanno illustrato il grande potenziale della digitalizzazione presentandone i vantaggi, in particolare per l’operatività e la fase di rinnovo. Hanno spiegato i cambiamenti nel processo di creazione del valore accennando ai nuovi modelli di business. Alla giornata hanno partecipato personalità illustri come Martin Fischer, professore alla Stanford University in California, che ha presentato le più recenti tecnologie della Silicon Valley, Elmar Mock, co-inventore della Swatch, che ha lanciato un appello per una maggiore apertura, e Norbert Barthle, Segretario di Stato parlamentare presso il Ministero federale tedesco dei trasporti e dell’infrastruttura digitale, che ha contribuito alla discussione presentando gli insegnamenti provenienti dalla Germania.

La gestione dei dati è decisiva

Il Convegno svizzero sul BIM 2016 ha mostrato in particolare che il BIM richiede sia un nuovo modo di pensare che un adattamento dei tradizionali processi operativi e di progetto. La nuova tendenza si allontana dal processo di progettazione lineare per avvicinarsi a uno dinamico. In questo sviluppo i dati acquisiscono un’importanza particolare. Perché gli addetti a progettazione, costruzione e operatività possano coordinarsi al meglio, sono necessari modelli di dati comuni per lo scambio delle informazioni.

Un forum annuale sulla digitalizzazione dell’edilizia

Il Convegno svizzero sul BIM è la piattaforma ideale per un confronto internazionale e intersettoriale in cui mettere insieme le conoscenze e rafforzare la competitività dell’edilizia svizzera nel contesto internazionale. Ecco perché anche noi di LAUFEN e arwa siamo sponsor di questo evento unico.
Il prossimo Convegno svizzero sul BIM si terrà nell’autunno del 2017.

Un resoconto del primo Convegno svizzero BIM 2016

   

File BIM di Laufen e Similor

Poiché crediamo molto nella rivoluzionaria progettazione BIM, forniamo già alcuni prodotti sotto forma di file BIM. Per garantire ai nostri clienti un vasto assortimento di dati, ampliamo costantemente la nostra offerta. I file forniti in collaborazione con BIMobject sono compatibili con Revit e ArchiCAD. 

BIM Object Cloud LAUFEN

BIM Object Cloud Similor

 

Novità

Comunicati stampa

Abbonare

YouTube

Tag Cloud

LivingCucinaLaufenBagnotronic160SimilorbyarwaKartell

Categorie

Archivio

Websites